Tutti gli articoli di admin

L’utilizzo di un professionista per il risarcimento danni

skyline7Molte persone credono che avvalersi di professionisti che ci seguano nell’iter di risarcimento danni è solo una perdita di tempo o di denaro. Le statistiche però non affermano cosi.

Facciamo una premessa: la legge permette l’utilizzo di specialisti nel danno dovuto da incidente stradale o altro, senza ulteriori oneri da parte della vittima.

Tuttavia il 95% delle assicurazioni non copre la parte legale dell’assistito nel casi di alcuni tipi di risarcimento. Meglio chiedere quindi l’aiuto di personale professionale in grado di lavorare a 360° con un team  di avvocati, medici e periti per raggiungere il giusto equilibrio.

Ma dove andare a chiedere questo aiuto? In tutta la penisola! Abbiamo uffici a Venezia Mestre e in tutto il Veneto, oltre a specializzazioni nel risarcimento danno a Milano, Dolo e San Donà di Piave.

Non ti resta che contattarci.

Malasanità, un argomento troppo di attualità

sanitaAlmeno una volta alla settimana si sentono al TG regionale e nazionale, un nuovo caso di malasanità. Casi che sinceramente sembrano usciti da un romanzo giallo perchè molte volte ci si domanda come possano succedere determinate cose in un paese civile nel 2015.

Tuttavia dopo aver capito che cose del genere succedono, e purtroppo troppo spesso, come comportarsi in questi casi? Molte volte è l’azienda ULSS in primis a cercare di ovviare alla propria lacuna/mancanza con degli accordi fuori dalle parti.

Tuttavia non bisogna cadere subito nel tranello. La sanità è un diritto inalienabile, in particolar modo un diritto che deve essere esercitato nel giusto, e quindi deve essere un gusto risarcimento danni da malasanità per ogni tipo di paziente che ha sofferto per negligenze.

Chiedi sempre l’aiuto di personale qualificato, chiedici una mano!

Le malattie da danno ambientali

inquinamento-acqua-140400910Questo argomento è molto ma molto complesso, esistono infatti diversi tipi di malattie dovute dal danno ambientale. Tutti si ricordano infatti la Terra dei Fuochi, dove si è scoperto, grazie anche a servizi come quelli delle Iene, come si è arrivato al danno ambientale che ha colpito una intera popolazione, tra omertà e conoscenza dei fatti da parte di tutti.

Ora la magistratura cerca di vederci chiaro, ma non è semplice, in particolar modo per la grande omertà che c’è che non da semplicità nella ricostruzione dei fatti.

Tuttavia in questi casi è utile, se non indispensabile, avere un consulente di parte specializzato nel risarcimento danni ambientali da inquinamento, in modo da essere tutelati a 360°, cosa non semplice con le assicurazioni normali.

Le nuove tabelle del danno

Indennizo-DB_INAIL-1-1-14In riferimento al nostro precedente post, sembra che le nuove tabelle uniche nazionali riguardanti il danno fisico e morale siano state cambiate radicalmente.

Avevamo già parlato degli articoli 138 e 139 che si basano non tanto sul danno di tipo patrimoniale, ma sul danno di tipo fisico, in particolar modo le micro e le macro lesioni.

Questa modifica è stata definita da un lato per tutelare e definire al meglio il risarcimento danno da incidenti stradali a persone, in modo tale da specificare le lesioni delle vittime. Dall’altro lato anche per non gravare troppo sui bilanci delle assicurazioni.

Le nuove tabelle, insieme ai nuovi testi di legge, saranno a disposizione al più presto a tutti i professionisti del settore cosi da lavorare al meglio per ogni tipo di risarcimento danno.

Modifiche al risarcimento del danno stradale

imageHandlerE’ novità degli ultimi giorni, al Senato infatti sembra che possano essere inserite delle modifiche al DLL sulla Concorrenza 2015, ovvero delle importantissime novità riguardanti il mondo dell’infortunistica stradale, ma in particolar modo del risarcimento danni per incidenti stradali.

Allo stato attuale gli articoli 138 e 139 del Codice delle Assicurazioni sono stati rinnovati, per non dire riscritti da zero, in modo tale che il Governo esponga delle nuove tabelle uniche nazionali per il tipo di danno morale e fisico.

Nei prossimi giorni ne sapremo di più.

La malasanità e il risarcimento danni

imagesPochi giorni fa era uscito un articolo di un medico ginecologo che aveva imputato la perdita del bambino durante la nascita dello stesso, alla madre, era sua la causa del peso del bambino e quindi dell’errore del medico. Ancora non si capisce come sia umanamente possibile dare la colpa a un nascituro e non alle manovre sbagliate del medico stesso.

Notizie fuori da ogni logica in ambito sanitario se ne sentono tutti i giorni, ma quale è la verità e quale la fantascienza? In questi casi bisogna chiedere il supporto di professionisti, medici ed avvocati competenti che possano aiutare il povero paziente nell’avere giustizia.

Ma come fare? Semplice, basta richiedere il nostro aiuto, specializzato nel risarcimento danni per malasanità e non solo, che si avvale di professionisti del settore, in grado di far valere i diritti dei pazienti.

Non bisogna più avere paura di medici incompetenti. E’ giusto che chi sbaglia, medico o infermiere che sia, paghi per l’errore che ha commesso.

Ambiente e società

277_2015-07-02_TLB_173008La società si interroga su quanto il progresso debba andare avanti a discapito dell’ambiente e del nostro pianeta.

Molti paesi del mondo non si interessano dell’ambiente ma solo del miglioramento della propria economia. Gia da questi infatti però questa scelta si sta ritorcendo contro, basti pensare all’elevato numero delle polveri sottili, delle frane, delle inondazioni e di molte altre catastrofi che stanno aumentando sempre di più.

Ma cosa fare? Molti esperti dicono che ormai è già stata superata la linea del non ritorno, tuttavia provarci male non fa. E uno dei metodi per far rispettare l’ambiente ai governi e alle grandi multinazionali è quello di una bella class action in stile americano.

Uno dei modi quindi per iniziare è richiedere un giusto risarcimento danni ambientali per inquinamento se per esempio nella zona in cui si vive o si lavora, siano state violate tutte le norma sulla salute delle persone e dell’ambiente stesso.

La propria salute non è mai abbastanza, per questo bisogna tenere conto dell’ambiente, perchè senza la salute della terra, mancherà anche la salute dell’uomo, in particolare modo per il futuro.

Incidenti stradali

Incidenti-stradali-dopo-dieci-anni-tornano-a-salireIl sito web dell’Istat è molto utile per trovare ogni tipo di statistica in ambito nazionale. Nel nostro caso andremo a vedere solo quelle relative agli incidenti stradali.

Un articolo informa che nel 2012 si sono avuti circa 186.726 incidenti stradali nel Bel Paese. Un numero molto elevato che però deve tener conto dell’anno precedente. Nel 2011 infatti abbiamo avuto un numero maggiore di incidenti stradali, circa il 9,2% in più.

Sembrano dati insignificanti invece sono dati, andando a visionare feriti e morti, che spaventano molto. In poche parole il numero degli incidenti stradali, anche mortali, è veramente ancora troppo alto.

La patente a punti ha funzionato? L’aggravamento delle pene per chi causa un reato sulla strada hanno funzionato? Alcune statistiche dicono di si, altre invece dicono l’esatto contrario.

Il nostro lavoro però avviene purtroppo dopo l’incidente stradale, nel caso del giusto risarcimento danno da incidenti stradali dovuti ad imperizia o meno del guidatore.

La prudenza deve essere sempre al massimo, è meglio non incorrere in problemi del genere. Speriamo, come dicono molti esperti, che queste nuove norme portino a un miglioramento delle statistiche nei prossimi anni.

Calcolo del risarcimento danni

imagesAttraverso il web è possibile trovare tantissimi siti che offrono un calcolo online del risarcimento danni. Alcuni attraverso semplici tabelle ministeriali riepilogative del risarcimento secondo valori standard normativi, altri invece attraverso un piccolo form in cui inserire dei dati e successivamente, una volta premuto il pulsante di invio, si ricevono direttamente sul sito o via mail il quantitativo in euro del probabile risarcimento.

E’ inutile dire come generatori di risarcimento come quest’ultimo sono più dannosi e fantasiosi che altro. Il risarcimento danni è una pratica definita dalla legge ma che deve eseguire un suo iter a seconda di diversi fattori, dalla perizia sul mezzo, alla perizia medico legali sulle vittime e molto altro ancora.

A tal proposito bisogna stare attenti a quello che si legge sul web, luogo di tante promesse ma di pochi fatti. Per questo motivo è bene chiedere sempre l’assistenza dei professionisti del settore del risarcimento danni dovuto ad incidenti stradali o altro tipo.

Ma ricordatevi bene, nel buon 99% dei casi, non sono le assicurazioni ad essere i professionisti che dicevo. Ormai è palese che le assicurazioni fanno il minimo lavoro per il proprio assistito e molte volte contrattano con altre assicurazioni per arrivare a situazioni di compromesso senza perdere tanto tempo.

Altre volte invece lasciano le pratiche in sospeso per tempi biblici senza tenere conto dell’assistito che paga e non riceve alcun servizio. Mettiti subito in contatto con noi, siamo a tua disposizione tutti i giorni e ti forniremo il supporto che ti serve!

Milano e zone limitrofe: il risarcimento danni

Milano_skylineIl nostro obiettivo è quello di fornire un servizio professionale a chiunque ne abbia bisogno, per questo motivo abbiamo creato una rete in tutto il territorio nazionale, in particolar modo a Milano.

Milano infatti negli ultimi anni ha visto l’aumento delle zone ZTL, dei sensi unici e di una viabilità modificata creata ad hoc per determinati motivi pedonali e di inquinamento. Tuttavia gli incidenti stradali avvengono lo stesso, sia per imperizia del conducente, sia per imperizia dei pedoni che attraversano senza guardare.

I ciclisti dal canto loro hanno visto l’aumentare delle piste ciclabili, molto utile questa situazione per andare a lavorare, tuttavia non esiste ancora molto bene la cultura della pista ciclabile, basti pensare che molti ciclisti permangono sempre nella strada quando adiacenti hanno una pista ciclabile a doppio senso.

E in caso di urto tra un automobile con un ciclista in questa situazione? Si può richiedere un risarcimento danno oppure il conducente dell’automobile è in torto marcio? Non è detto, bisogna analizzare al meglio la situazione e vedere tutte le possibili dinamiche.

Il risarcimento danni a Milano del nostro studio, si occupa di questo ed molti altri possibili tipi di danni a cose o persone. Chiedi un incontro gratuito, sempre!