Archivi categoria: responsabilita

Cadere per una buca in città

PanchinaMolte volte i marciapiedi e le strade non sono in buono stato, vuoi per mancanza di fondi o per troppo poca manutenzione degli enti preposti. Questo può portare a seri danni che l’amministrazione può pagare molto cara.

Le buche per esempio, siano esse nei marciapiedi o nelle strade in generale, hanno creato molte vittime tra i cittadini, in particolar modo tra le persone anziane. Statistiche aggiornate infatti confermano che molte persone cadono e devono ricorrere a cure sanitarie, anche urgenti, per i danni dovuti alla cadute.

Delle volte non sono neanche le buche, ma sono le radici affioranti degli alberi che creano problemi e disagi nei cittadini. Ma cosa può fare il buon cittadino? Giustamente avvertire il comune o le autorità competenti del pericolo insito in una buca o radice.

E se invece il danno è già stato creato? Qui scatta il giusto risarcimento danni con responsabilità civile dell’ente che non ha avuto l’accortezza della giusta manutenzione. In questi casi la legge tutela il cittadino che deve però dimostrare di essersi procurato il danno causa il problema al marciapiede o alla strada.

Non è una situazione molto semplice, in particolar modo grazie agli innumerevoli cavilli e normi che esistono in questi casi. Chiedere l’aiuto di personale competente che svolge il proprio lavoro nel settore, è la cosa migliore che si possa fare.

La malasanità, una delle tante piaghe dei nostri giorni

risarcimento-salute-malasanitaIl titolo del post è significativo, proprio ieri si sentiva al telegiornale della morte di una ragazza per tumore, che però non era stato visto del medico competente, che credeva fosse solo una piccola cista insignificante.

Questa è una delle tante storie che si sentono, basti pensare ai bambini che nascono con malformazioni o addirittura morti perché medici e ostetrici non capiscono la gravità del problema, oppure molte volte creano loro stessi il problema al nascituro.

Molte volte capitano delle disgrazie che non è possibile far nulla da parte dei medici per salvare o migliorare la situazione. Questo è un dato di fatto, purtroppo ancora la medicina non è sicura al 100%.

Tuttavia non sempre è così, bisogna sempre indagare nel caso ci siano state negligenze di malasanità. Come fare? Chiedere l’intervento di medici specializzati in medicina legale ed avvocati competenti che possano impugnare la legge per salvaguardare le vittime. Come?

Attraverso un giusto risarcimento danni per malasanità, iniziando con un studio dei danni attraverso tac, risonanze magnetiche o rx alle osse, e una successiva analisi da parte di un medico competente che definirà un rapporto sulla situazione di salute.

Una cosa semplice, ma che può portare via molto tempo, per questo motivo è bene che il medico sia competente e che abbia i giusti ausili e i giusti supporti per fornire tutta l’assistenza possibile a chi ha ricevuto un torto, piccolo o grande che sia.

Responsabilità civile e risarcimento danni

puzzle-1Cosa intendiamo con responsabilità civile? Ovvero la responsabilità della società, o meglio degli organi che gestiscono la società, quando avviene un danno verso un cittadino causato dalla mancanza manutenzione di strade, marciapiedi, parchi, illuminazione e molto altro ancora.

Ma un cittadino che ha avuto un danno di questo tipo, può richiedere un giusto risarcimento danni alle autorità preposte. La risposta è si, ma bisogna chiedere l’ausilio dei professionisti del settore, questo perchè visto il gran numero di cavilli amministrativi, non è sempre facile districarsi da questi labirinti.

Facciamo un esempio, un esempio molto comune che possiamo sentire ogni giorno al telegiornale: una caduta sulle rotaie del tram.

Il Comune in questi casi si salva inserendo degli appositi cartelli informativi sulla pericolosità delle rotaie tranviarie. Ma siamo sicuri che bastino queste informazioni? La risposta è no, infatti la normativa indica altri ausili di prevenzione di cadute dovute dalle rotaie.

Per scoprire che tipo di risarcimento danni per responsabilità civile è possibile chiedere, chiedi l’intervento del tuo consulente professionista di fiducia, è l’unica soluzione.